La Crudeltà Di Aprile

by Unreal City

supported by
Alexis Fummi
Alexis Fummi thumbnail
Alexis Fummi An album that I discovered thanks to progarchives.com, whose community gave positive reviews. It is very melodious, harmonious, artistic. A very pleasant album with a good athmosphere. Favorite track: Dell'Innocenza Perduta.
amico di ieri
amico di ieri thumbnail
amico di ieri This is a brilliant mix of memory and desire that the band achieved "stirring dull roots with spring rain" for the pleasure of the listener:.. The sound of vintage instruments, a solid classical background and a fresh creativity evoke ghosts, melodies and dreams from the past and give them a new life...
/
  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    La Crudeltà Di Aprile - Unreal City (Mirror/BTF, MRL 1006, 2013)

    Includes unlimited streaming of La Crudeltà Di Aprile via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 1 day

      €16 EUR or more 

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    La Crudeltà Di Aprile (Mirror Records/BTF, MRL 1006, 2013).
    Limited numbered and autographed edition (100 pieces)

    Includes unlimited streaming of La Crudeltà Di Aprile via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 1 day
    edition of 100 

      €20 EUR or more 

     

  • La Crudeltà Di Aprile (Physical CD) + Unreal City's "Cruel Face" T-Shirt
    ships out within 5 days

      €30 EUR or more 

     

  • T-Shirt/Apparel

    Available in many sizes.
    ships out within 5 days

      €12 EUR or more 

     

  • T-Shirt/Apparel + Digital Album

    Il Paese Del Tramonto (Limited autographed CD) + Unreal City's Tour T-Shirt (limited ed.) + Limited autographed promo card

    Includes unlimited streaming of Il Paese Del Tramonto via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 2 days

      €30 EUR or more 

     

1.
2.
3.
4.
5.
6.
17:54

about

Unreal City debut album, artistically directed by Fabio Zuffanti (Maschera Di Cera, Finisterre, Hostsonaten...) for Mirror Records/BTF

credits

released April 24, 2013

Recorded at Hilary Studio (Genoa,Italy) during January 2013.

tags

license

all rights reserved

about

Unreal City Parma, Italy

Unreal City is a young Italian progressive rock band based in Parma.
The band released the debut album "La Crudeltà Di Aprile" (AMS Records) in 2013 and "Il Paese Del Tramonto" (AMS Records) in 2017.
Unreal City's new album "Frammenti Notturni" will be released on September 10th, 2017.
... more

contact / help

Contact Unreal City

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Track Name: Dell'Innocenza Perduta
L’aria greve dell’oscurità
Le grida umane del vento fra le foglie
Un velo nero spazzato via dal vento
Là nel bosco incantato dell’eternità

Il paese intero a lutto vestito
Ipocrisia della socialità 
Immobili fermi a piangere ed io
Solo là, nel grembo secco dell’eternità

Vivo nel cuore di una bestia che ha
Mille rami bacche foglie e spine
Il mio candore mostra i denti ormai
S'inventra là dove il vento mai smette di gridare.
Track Name: Atlantis (Conferendis Pecuniis)
Là, oltre le colonne che segnano la fine
Atlante il nostro re, di cultura e civiltà
Noi figli di Poseidon e di Clito la sua sposa,
Noi quasi semidei in un giorno e una notte cademmo giù sempre più giù

Nella piazza ora gremita, un diluvio universale,
La grande lastra di oricalco che diede la saggezza
Ora ridotta a polvere, la nostra colpa risuonò
Nel santuario d'avorio dove l'alba e il tramonto irradiavano d'oro il mondo intero

L’uomo da sempre combatte il suo essere animale
Che imbriglia e governa il suo spirito ancestrale

Virtù e cultura soccombono all’ impeto carnale
Dell’uomo qui nato per essere bestiale

La terra di grano avvolta in campi coltivati
Qui perde il suo dono della fertilità
Che la mano dell’uomo mantenne intatta
Epoca d’oro perduta di grande civiltà

Cade la grande civiltà.
Track Name: Catabasi (Descensio Ad Inferos)
Giunto sul mio passo estremo
Quella sera d’autunno verso casa
L’oro caldo del tramonto 
Che splendeva sopra i campi di grano in Normandia

Spirito che eterno nega
Il nero capro ardeva al suo passare
Dietro di lui il suo corteo
Mille spettri che danzavano al suono di un violino

Stai cadendo giù
Il sabba eterno attende di portarti a sé
Scivolando giù 
Fra fiamme nere e fango dove non c’è pietà

Questa vita non ha 
Più segreti da svelare alla tua anima
Non hai mai capito
Di solcar le stesse strade ch’io mille anni fa preparai per te

Ti vidi sempre accanto a me, lungo la mia strada
Nell'abbraccio di Helena, di Margherita gli occhi
Lì dove la luce è più intensa
L’ombra trova il suo reame
Il corpo mio muti in rugiada
Persa nell’oceano
Persa nell’infinito

Riflesso nell’acqua di un fiume
Mi guarderò
Vedrò il mio volto e non
Lo riconoscerò
Sono pronto prendi la mia mano
Portami via di qua
La mia veste strappata
Sulla scena resterà
L’ora è scoccata ormai
Scade il tuo tempo ormai
Ferma il tempo.
Track Name: Dove La Luce E' Più Intensa
Fioco lume nella notte
È solo ormai
Una stella in bianco e nero
Su un giornale ormai gettato via
Perduto nella luce eterna di un’altra età
Nessuno sa se finirà la sua poesia
Dove andrà, lì non c’è verità
Cala la nebbia su di lui
Ora è pronto per andar via 
Sentieri impervi per campi bui

Il vecchio mondo che ho lasciato mi condanna
La mia morale non è più legata a lui
Corvi di cartone e nuvole di vetro
La pioggia ride e il suo clangore mi porta giù
Trascina giù

Fra statue bianche e lapidi, 
Grigia e senza un’anima 
La sua voce poi sentì
L’uomo stava accovacciato 
In un pietroso tronco cavo, 
Memoria di ogni dì

Tra gli anfratti tenebri
La colpa dell’umanità
Nella ragione si rifugia senza fede e volontà
Agli dei sceglie la realtà.
Track Name: Ecate (Walpurgisnacht)
Oltre il limite del villaggio, si narrava tempo fa
Sulla cima abbandonata, fra pietre aguzze e viscide
Di oscuri incontri, strani eventi, lampi, tuoni, pianti e grida
Roche voci bisbigliavano nella notte fredda e buia

Le ombre gelide correvano su pareti di roccia viva
Un cerchio magico formavano le streghe nella sera
Nella notte di Valpurga, esse celebrano prone
Con la nera gran signora rinascita della luna

Chi mai riuscí a visitare questo mondo spaventoso
Dal delirio fu gremito, ammantato d'assoluto
Dell'incauto passeggere, il grande salto provocó
Quella visione inconcepibile, del mondo il vero orrore

Se tu seguirai la strada oltre il monte
Oltre il nero del suo piú buio sentiero
Lí la troverai regina d'orizzonte
Nei suoi occhi arde un fuoco eterno e immobile

Tutti giudica senza pietà
Una magra lupa siede al suo fianco
Custode dei trivi dell'aldilà
Un diadema di vento gelido sul capo.
Track Name: Horror Vacui
a)Le Radici Del Male (Instr.)

b)L’Assassino

Nuova York solo ghiaccio su fango
depressione sui giornali e nelle vene
vi lascio il ricordo di quel soffio vitale
che usciva via, fluiva via

Lascio a voi il terrore immobile di un bimbo
L’urlo crudo di una madre al di là
Lascio a voi quel mio viso a cui inventai un passato
per sopprimere i resti della moralità

Forestieri per le strade loro han sempre freddo
C’eran morti sul metro sepolti nel cemento
Farfalle nere calcan cieli color piombo
L’immanente da lo scacco al trascendente

La notte mi chiamava già
Sotto la pioggia mi risvegliai
Il gelo di New York negli occhi miei
Dentro le strane e i suoi boulevard il nuovo mondo genera
Mostri in cerca di una sazietà
Amanti in coda per le strade e pozzi neri dentro gli occhi
Cercan tombe per l’eternità
Dentro divani abbandonati e strani fiori putrefatti
Strade rosso sangue e libertà.

c)Nel Sonno Della Ragione (Instr.)

d)Il Baratro Della Follia

Dentro scatole fredde di ferro e ruggine
Gridan vittime della mia crudeltà
Tetra luce rossa di oscure camere
Le voci di quei corpi risuonan dentro in me
Chiuse in celle sotto zero le loro anime
Il loro ossame a ricordare la condizione mia
La triste morte mia.